MUORE IL COSMONAUTA CHE STUDIAVA GLI UFO

 

Popovich.jpg

Ricevo e volentieri pubblico questa comunicazione da Paul Stonehill:

“Per favore, fai sapere che oggi è morto un grande, leggendario cosmonauta sovietico, il primo cosmonauta di origine ucraina, Pavel Romanovich Popovich. Ha fatto parte del primo team “Gagarin”, un gruppo di coraggiosi esploratori. Pavel Popovich è deceduto cinque giorni prima del suo ottantesimo compleanno. Era un cosmonauta Numero “Quattro” nella storia dell’esplorazione spaziale ed era, inoltre, una personalità importante nella storia dell’ufologia sovietica. Ha dato un grande contributo alla promozione della ricerca UFO quando, nei giorni bui della censura e di un’ideologia soffocante, gli “UFO” erano un argomento proibito per ricerche non autorizzate (ovviamente, il complesso militare-industriale sovietico e l’accademia li studiavano in segreto, nell’ambito dei progetti SETKA…). Popovich era gentile, coraggioso e generoso. Lui stesso fu testimone di un avvistamento UFO durante il suo volo sull’Oceano Atlantico. Sto preparando un articolo, con Philip Mantle, su di lui, sull’ufologia post-sovietica, le sue rivelazioni sugli avvistamenti UFO e USO e il contributo da lui dato allo studio del fenomeno, in modo che tutti, nel mondo, conoscano l’esploratore spaziale che non ebbe paura di aiutare chi (come Ajaja e Troitsky, e altri) osò investigare gli UFO che volavano nei cieli del paese”. Paul Stonehill

 


 

MUORE IL COSMONAUTA CHE STUDIAVA GLI UFOultima modifica: 2009-10-01T10:10:01+02:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento