DAL 9 DICEMBRE IN EDICOLA X TIMES N. 14

 

cover x times 14.png

 

EDITORIALE

Maledizioni ed esorcismi

In questo numero, fra i molti servizi, trovate l’ultima intervista, in lingua spagnola, a uno degli ufologi più amati e più contestati di sempre, che hanno contribuito enormemente al dibattito sulla materia: John Keel. Keel, poco prima di morire e lasciare gli ufologi alle loro tormentate ricerche, confidò che, a suo parere, non avremmo mai risolto l’enigma degli UFO, perché esso scaturirebbe da una realtà oscura e impenetrabile che accompagna la storia dell’uomo dalle sue origini, ingannandolo. Sempre prima di morire, un altro nome famoso nel campo dell’ufologia, in cima alle “classifiche” dei più agguerriti debunker di tutti i tempi, Philip Klass, disse più o meno la stessa cosa: gli ufologi sarebbero destinati a non trovare mai la soluzione ai loro enigmi, sui quali avrebbero continuato a interrogarsi fino al loro ultimo respiro! L’hanno soprannominata “la maledizione di Philip Klass”. Naturalmente J.Keel e P. Klass non possono essere messi sullo stesso piano: il primo indagatore del mistero, l’altro negazionista a oltranza, probabile collaboratore dei servizi segreti nella sua instancabile opera di discredito. Ma quanto da loro “predetto” può essere in parte vero. La realtà che ci circonda è troppo complessa, e il cammino della conoscenza troppo difficoltoso perché tutto possa essere svelato in una vita, a milioni di vite. Di questa realtà fa parte il fenomeno UFO e tutto ciò che lo compone: migliaia di elementi collegati ma sfuggenti su cui discutiamo da anni. Eppure, un mosaico lo si compone mettendo insieme una tessera per volta, senza gettare via ciò che abbiamo in mano, in virtù di quello che ancora non ci riesce di collegare. A questo mondo, restando nel campo delle informazioni UFO, vi è chi sa di più e chi sa di meno. E vi è anche chi non vuol sapere niente. Inutile sperare che i “poteri che sanno” dicano tutta la verità e nient’altro che la verità. Non ricoprirebbero le posizioni che ricoprono, se potessero o volessero farlo. Ma anche in questo gioco di specchi qualcosa trapela: gli UFO, e i loro occupanti, esistono e interagiscono con noi. Partiamo da questo, che non è un composto intellettualistico per ricercatori in vena di disquisizioni virtuali, ma una realtà che ha delle evidenze nella nostra storia e, come dice Whitley Strieber nell’articolo “La Prima Parola degli Alieni”, nel corpo dei testimoni. Per “esorcizzare” la previsione del grande John Keel, ci vuole lo studio di un altro grande ricercatore che abbiamo in Italia: Corrado Malanga. In questo numero trovate un’intervista al docente di Pisa di Simone Leoni e il resoconto del suo intervento a Mondovì, a firma di Luciano Scognamiglio. Tutti gli articoli pubblicati questo mese (senza dimenticare quelli dei mesi  precedenti), di Nicola Testoni, Umberto Visani, Lucio Tarzariol, Gianpaolo Saccomano, Federico Cellina, Philip Mantle e Paul Stonehill, Andrew Collins e Scott Corrales sono contributi preziosi per la nostra rivista, che vuole aiutare nella composizione del puzzle, forse non più così imponderabile, sulla natura degli UFO. Da questo numero X Times cambia formato e copertina, che speriamo siano graditi ai nostri affezionati lettori. Ma non cambia gli obbiettivi. Lavinia Pallotta

Sommario 

 

Pagg. 6-9: Reports dal Mondo, a cura della Redazione 

 

Pagg. 10-15: “Il Cosmonauta che Aiutava gli Ufologi – I parte”, di Paul Stonehill e Philip Mantle

In Unione Sovietica lo studio degli UFO era consentito solo all’interno di organismi ufficiali controllati dallo stato, o commissioni copertura che dovevano raccogliere i dati e poi insabbiarli. Pavel Popovich, eroe sovietico e figura di rilievo nella storia dell’esplorazione spaziale, fu anche presidente di un’associazione ufologica e aiutò i ricercatori indipendenti nella raccolta di informazioni 

 

Pagg. 16-18: “Intelligenti e Tecnologicamente Superiori”, di Lavinia Pallotta

Fra i governi che hanno recentemente declassificato documenti UFO in loro possesso, il Brasile è probabilmente quello che ha concesso il materiale più interessante e le dichiarazioni più “sorprendenti” 

 

Pagg. 20-24: “Le Confessioni di un Eretico – intervista a John Keel”, di Alex Chionetti

Poco prima di morire John Keel concesse questa intervista alla rivista MÁS ALLÁ, l’ultima in lingua spagnola. La pubblichiamo in esclusiva per l’Italia su X Times 

 

Pagg. 26-31: “L’Ombra della Falena”, di Nicola Testoni

Un’oscura presenza ha lasciato il segno sulle colline del West Virginia, tra il Novembre 1966 e il Dicembre 1967. In Italia, umanoidi volanti sarebbero apparsi in Veneto, Puglia e Sicilia. Gli ultimi aggiornamenti su un mistero irrisolto che ha ispirato libri e film 

 

Pagg. 32-35: “La Cospirazione Globale”, di Simone Leoni

Intervista al professor Corrado Malanga 

 

Pagg. 38-43: “L’Alba dei Rettiliani”, di Scott Corrales

Dall’antichità ai giorni nostri, alieni di tipo rettile sembrano interferire nella storia della razza umana, diventando addirittura fonte di ispirazione per opere di fiction 

 

Pagg. 44-46: “Le Bocche di Agartha”, di Federico Cellina

Esiste davvero il leggendario mondo abitato al centro della Terra? Quali prove e testimonianze potrebbero confermarlo? 

 

Pagg. 48-53: “Presenze Invisibili”, di Umberto Visani

Difetti fotografici o fenomeni sconosciuti che appaiono nelle immagini di tutto il mondo dividono nelle loro interpretazioni, studiosi e appassionati. Accanto a orbs e sfere di luce, inquietanti tecnologie militari potrebbero aver raggiunto l’invisibilità totale… 

Pagg. 54-58: “Segnali dallo Spazio Profondo”, di Andrew Collins

Nell’Agosto del 1979 il radiotelescopio Big Ear captò il “WOW! Signal”, considerato ufficialmente l’unica trasmissione di possibile origine intelligente. Nel Dicembre 2008 è stato finalmente individuato un altro segnale potenzialmente rivoluzionario 

 

Pagg. 60-63: “Esseri dei Pianeti Celesti – II parte”, di Lucio Tarzariol

Reperti archeologici e testi sacri raccontano di esseri superiori, forse provenienti da altri mondi, che portarono conoscenza ma anche morte e distruzione sulla Terra, e che ebbero un ruolo fondamentale nella nascita e nell’evoluzione dell’uomo 

 

Pagg. 64-68: “Rombi di Tuono”, di Gianpaolo Saccomano

Boati e fragori che risuonano improvvisamente nell’etere senza un’apparente causa logica sono spesso accompagnati da una consistente casistica ufologica… 

 

Pagg. 70-73: “Abduction, il Punto della Situazione in Italia”, di Luciano Scognamiglio

Il 31 Ottobre 2009 il professor Corrado Malanga ha tenuto una conferenza a Mondovì (CN), in cui ha spiegato tecniche e successi delle proprie ricerche nel campo dei rapimenti alieni. Successi probabilmente unici nel loro genere che hanno permesso di comprendere il fenomeno e aiutare i soggetti che lo vivono 

 

Pagg. 74.75: “La Prima Parola degli Alieni”, di Whitley Strieber

«Ammettere che le luci nel cielo sono fenomeni intelligenti è una cosa, ammettere che i loro piloti entrano nelle nostre camere da letto e nei nostri corpi e che non possono essere controllati, è decisamente un’altra…» 

Pagg. 76-77: Report degli ultimi convegni di Ultraterrestre, a cura della Redazione 

 

Pagg. 78-80: X Media Times, a cura di Pino Morelli 

 

Pag. 81: WEIRD-files, di Gianpaolo Saccomano e Roberto Cavallo

 

 

 

DAL 9 DICEMBRE IN EDICOLA X TIMES N. 14ultima modifica: 2009-12-05T16:12:00+01:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “DAL 9 DICEMBRE IN EDICOLA X TIMES N. 14

  1. Hai ragione Lleyton. Oltre all’intervista a Keel, sono sicura troverai di grande interesse l’articolo di Nicola Testoni, che riporta fatti relativi al Mothman molto poco conosciuti. Non il “solito” articolo sull’Uomo Falena insomma. Tra pochi giorni in edicola!

Lascia un commento