X TIMES 23 DAL 7 SETTEMBRE IN EDICOLA

Cover X Times 23.png

EDITORIALE


Non solo UFO


I mesi appena trascorsi sono stati sorprendentemente ricchi di avvistamenti UFO in tutto il mondo. Come promesso sul numero scorso, cominciamo questo mese con servizi di approfondimento sulla casistica nostrana più recente, grazie a collaboratori di ormai provata serietà, che scrivono per noi dai primi numeri, come Nicola Testoni, e a nuovi nomi che ci stanno aiutando nel lavoro di divulgazione. Tra questi, David Lombardi e Francesco Passeretti del C.I.R., e altri che presto leggerete su queste pagine. Essendo X Times una rivista che vuole affrontare argomenti connessi all’ufologia ad ampio raggio, senza dimenticare però quelli che sono fatti e misfatti di stretta attualità, non per forza direttamente attinenti all’ufologia, dopo i servizi su scie chimiche (che torneremo presto a denunciare), i Bilderberg, il caso Orlandi e molto altro, proponiamo questo mese un bell’articolo di Silvia Agabiti Rosei sulla spinosa questione del nucleare. Un articolo tutt’altro che rassicurante ma che non poteva mancare. Come non può mancare su X Times un tema che una parte dell’ufologia italiana sembra aver già riposto nel cassetto e sul quale invece noi continueremo a “battere”. Mi riferisco, naturalmente, ai rapimenti alieni e alle razze in essi coinvolte. Questo mese, oltre al magistrale lavoro di Luciano Scognamiglio sulla specie Sauroide, presentiamo un primo, a mio parere illuminante articolo di Federico Bellini, che molti probabilmente già conoscono. Sono orgogliosa di poter affermare che X Times è la prima rivista in cui, mensilmente, lo scomodo tema abduction viene affrontato senza peli sulla lingua e da differenti punti di vista: quello del ricercatore, che assiste gli addotti nel loro sofferto percorso di liberazione, e quello dell’addotto libero dal problema, che ha scelto di condividere con noi l’impressionane mole di informazioni in suo possesso. Oltre ai nomi sopra citati, devo ringraziare Umberto Visani, questa volta cimentatosi con il caso affascinante di Ludwig Pallmann. Singolare testimonianza del passato recente, che Visani riesce a integrare con nozioni odierne, analizzandola sotto una nuova luce. Così Farah Yurdozu, altra collaboratrice ormai fissa, che sono certa non mancherà di sorprendervi con il suo articolo sulla “Hollywood magica”. Non ci siamo dimenticati nemmeno che tra gli argomenti portanti della nostra rivista, c’è quello delle “entità misteriose”, su questo numero tutte italiane: è di Giancarlo Pavat il dettagliato servizio sullo “Yeti delle Dolomiti”, di cui io stessa, e penso altri come me, nulla sapevo, mentre fra le specie aliene, è quella “Sauroide” o “Serpente”, la più approfondita su questo numero, anche grazie al contributo di Uri Dowbenko con la prima parte di un’analisi inquietante sull’antico passato di un’interferenza non umana nella nostra evoluzione. Antico passato che Lucio Tarzariol fa rivivere nella terza parte del suo lavoro su Atlantide, anch’esso in chiave “paleoastronautica”. Segnalo, in fine, un’anticipazione esclusiva: negli Stati Uniti è uscito a Giugno il nuovo romanzo di Whitley Strieber, i cui comments abbiamo il piacere di pubblicare spesso su queste pagine. In attesa di poter leggere il romanzo anche in Italia, in pubblicazione per la Newton Compton entro l’anno, presentiamo l’introduzione che lo stesso autore ha scritto in occasione del lancio americano del romanzo che, come c’era da aspettarsi, ha suscitato molte polemiche… A tutti Voi, buona lettura.

Lavinia Pallotta

SOMMARIO


Pagg. 6 – 9: Reports dal Mondo, a cura della Redazione

Pagg. 10 – 14: “Estate 2010: UFO Flap in Italia”, di David Lombardi e Francesco Passeretti

Pagg. 16 – 21: “L’Affaire Nucleare”, di Silvia Agabiti Rosei

Le applicazioni civili e militari dell’energia nucleare e i gravissimi rischi che il suo uso comporta

Pagg. 22 – 28: “Misteriose Presenze su Verona”, di Nicola Testoni

Da Isola della Scala alla Valpantena, dal Lago di Garda alla Valpolicella: una rassegna dei casi ufologici più attendibili e interessanti verificatisi in provincia di Verona negli ultimi anni

Pagg. 30 – 35: “I Gruppi di Potere Alieno: I Sauroidi”, di Luciano Scognamiglio

Dopo Grigi e Orange, un’altra razza coinvolta nei rapimenti di esseri umani, che ritroviamo nella mitologia antica e moderna

Pagg. 38 – 42: “Scenari di Abduction, la testimonianza di un rapito”, di Federico Bellini

Pagg. 44 – 47: “Hollywood, moderno stargate”, di Farah Yurdozu

Costruita lungo una ley line, la città del cinema americana ospita anche la ricostruzione suggestiva di un antico tempio babilonese, con raffigurazioni di dèi alati e molti simboli moderni, che esercitano una grande influenza

Pagg. 48 – 54: “Lo Yeti delle Dolomiti”, di Giancarlo Pavat

Antiche leggende e suggestive raffigurazioni di “Uomini Selvatici”, in alcuni luoghi d’Italia, ci ricordano l’importanza di vivere in armonia con la natura e i suoi misteri

Pagg. 56 – 60: “Nelle Piantagioni Aliene”, di Umberto Visani

Negli anni ’60 Ludwig Pallmann, commerciante tedesco, visse un presunto contatto con esseri di altri mondi, stabilitisi nella foresta amazzonica. Scrisse un libro sulle sue incredibili esperienze, che sembrano corroborate da casi simili

Pagg. 62 – 67: “Figli del Popolo Serpente”, di Uri Dowbenko – prima parte

Nei testi sacri di tutto il mondo vi sono indizi su alcune delle antiche razze che crearono l’uomo e colonizzarono la Terra. E non erano umane…

Pagg. 68 – 72: “Gli Dei di Atlantide”, di Lucio Tarzariol – terza parte

Divinità “luminose” provenienti dal cielo e uomini giganti abitarono la Terra, portando conoscenza e devastazione in un antico passato

Pagg. 74 – 75: “Omega Point”, di Whitley Strieber

Anteprima sul nuovo libro di WhitleyStrieber, presto anche in Italia

Pagg. 78 – 81: X Media Times, a cura di Pino Morelli

Pag 82: WEIRD-files, di G. Saccomano & R. Cavallo

X TIMES 23 DAL 7 SETTEMBRE IN EDICOLAultima modifica: 2010-09-04T11:21:00+02:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “X TIMES 23 DAL 7 SETTEMBRE IN EDICOLA

  1. Ciao Manuele, allora ti troverai d’accordo con quanto scritto da Farah nel suo articolo di questo mese. Io ne sono rimasta molto colpita. Non essendo mai stata in loco, a certe cose non ci pensavo, pur avendo letto Icke. Inquietante ma affascinante…
    Lavinia

  2. Mi incuriosisce molto anche l’articolo sul popolo serpente nell’Eden. L’analisi della Genesi è un tema su cui la comunità dei ricercatori è, in questo periodo più che mai, in fibrillazione. Si stanno aprendo orizzonti nuovi? Lo spero.

    Ciao!

  3. Ciao Stefano, il discorso è un po’ complesso, ma sulle abduction mi trovo in linea con Malanga. Con Maurizio Baiata non mi trovo né d’accordo né in disaccordo, in quanto è un experiencer, mentre Malanga fa ricerca con gli experiencer. Quindi non vedo l’antitesi, caso mai la compensazione. Non mi risulta invece che Fratini faccia ricerca sulle abduction, come nessun altro in Italia, d’altra parte, fatta eccezione appunto per il prof.
    Un caro saluto,
    Lavinia

  4. ….si concordo con la tua osservazione, ci sono molte libertà di pensiero sul argomento, molti ricercatori pensano che le abduction siano segnali positivi x interagire con noi…..ok, la maggioranza degli adotti non la pensa così anzi tuttaltro. Cito alcuni ricercatori: Fratini non crede nelle ipnosi regressive e totalmente in disaccordo con il prof. comunque sono buoni e vogliono aiutarci, Baiata vede e pensa positivo, Pinotti dipende dal caso, Pablo e Forgione sono una via di mezzo, Malanga dal suo libro..”sono negativi x l’umanità” ecc….arrivo la dunque… cioè agli adotti non gli è stato chiesto se volevano interagire con “LORO” anzi spesso sono stati “prelevati” contro la loro volontà! Tutta questa positività e la voglia di aiutarci io non la vedo x il momento. Una rivelazione palese penso che sia ancora molto lontana…..spiacente x tutti quelli che credano sia eminente.
    Grazie ancora Lavinia, saluti. Stefano

Lascia un commento