IN EDICOLA IL NUMERO DI FEBBRAIO

cover x times 28.png

 

EDITORIALE

Dopo che qualcuno, non ricordo chi, avanzò l’idea che a fare i cerchi nel grano fossero i ricci in amore, pensavo di averle sentite tutte. Pur di fornire spiegazioni prosaiche a fenomeni che si presentano come fuori dall’ordinario, i debunker, negli anni, hanno dato libero sfogo alle fantasie più inverosimili, facendo ridere di un riso amaro i “believer”, e lasciando comunque indifferente chi di queste cose non si interessa. A fenomeni “straordinari” pare si possa dare le spiegazioni più sciocche senza perdere la faccia. Tralascio le assurdità che ho letto per quasi tutta la vita sugli UFO, che fino a non molto tempo fa scienziati di sistema e giornalisti disabituati a scrivere dopo essersi informati hanno abbondantemente elargito. Oggi che anche il Vaticano, la Royal Society e diversi astronauti, nonché eminenti uomini di scienza come Michio Kaku e Stephen Hawking non escludono la possibilità di vita nello spazio e di visite extraterrestri, parlare di UFO non è più così discriminatorio, i testimoni non sono più “alticci”, come veniva insinuato in diversi articoli anche sulla stampa nazionale, e raggiungere il nostro pianeta da parte di queste civiltà pare non essere più così impossibile, come si sosteneva in un tempo non lontano, tanto che persino professori della Royal Society auspicano che venga ponderata una simile eventualità, nel caso in cui queste civiltà altre fossero come noi, ovvero non molto amichevoli. Riflessione simile a quella espressa dal grande Hawking, secondo il quale, nell’eventualità che gli alieni fossero ostili, sarebbe meglio non andarli a cercare… Ma complottisti pare si nasca e non si diventi. Un motivo per dissentire dai vaneggiamenti degli esperti ufficiali c’è sempre e le spiegazioni possibili sono due: o gli esperti ufficiali, chiamati in causa di volta in volta per spiegare eventi scomodi, dicono spesso cose insensate, oppure siamo noi, nati complottisti, a cui non sta bene mai niente. Mi trovavo in taxi, un giorno del mese di Gennaio. I media cominciavano a informare sulla strana moria di animali, quali pesci e uccelli, che interessava diverse località nel mondo e il tassista aveva la radio sintonizzata proprio su un notiziario. Dopo aver comunicato che anche nel nostro Paese si era verificato il triste fenomeno, ecco che venivano riportate le opinioni “di esperti”, secondo i quali era da «escludere nella maniera più assoluta» che la moria di uccelli in Italia potesse essere messa in correlazione con quella degli altri animali nel resto del mondo, perché nel nostro caso le prove indicavano «chiaramente» che i volatili fossero deceduti in seguito a traumi, probabilmente causati dai botti di Capodanno! Più precisi di missili radiocomandati, gli spari di Capodanno avevano fatto strage di uccelli, della stessa specie, morti tutti insieme, nello stesso momento, nello stesso luogo. Il fatto che decessi del genere si stessero verificando in altri paesi, seguendo modalità simili, non insospettiva gli esperti, che evidentemente non avevano letto Agatha Christie, forse anche lei un po’ complottista, quando faceva dire al suo Hercule Poirot che «una coincidenza è una coincidenza, due coincidenze sono un indizio, tre coincidenze rassomigliano ad una prova». A noi di X Times, invece, piace tentare di collegare i punti, considerare teorie scomode, interrogarci là dove gli “esperti” ci sconsigliano di farlo. E in questo numero lo facciamo sulla moria di animali, sui rapimenti e i contatti alieni e, naturalmente, sul mondo che ci circonda.

Lavinia Pallotta

Sommario

Pagg. 6-9: Reports dal Mondo, a cura della Redazione

Pagg. 10-11: “UFO su Frosinone”, di Giancarlo Pavat

Pagg. 12-17: “Da Malanga a Milingo, tra esorcismi e ipnosi”, di Corrado Malaga

Pagg. 20-24: “Il Dono più Grande”, a cura di Paola Harris

Intervista inedita al Colonnello Philip Corso

Pagg. 26-29: “Dal Cielo alla Terra”, di Enrico Galimberti

Mentre si tentano nuove spiegazioni sul significato di Nazca, dalle zone disboscate dell’Amazzonia affiorano nuovi geoglifi

Pagg. 30-34: “I gruppi di potere alieno: I Minori”, di Luciano Scognamiglio

Esistono altre razze, meno conosciute rispetto a quelle finora descritte, coinvolte nei rapimenti di esseri umani. Le ricerche del professor Malanga e dei suoi collaboratori hanno permesso tuttavia di raccogliere dati importanti

Pagg. 36-40: “Di Luce e di Tenebra”, di Federico Bellini

La tipologia aliena del Lux, il mistero della sua creazione, come interferisce nella vita dell’uomo e nella storia dell’umanità

Pagg. 42-46: “La regia occulta dietro alle Mutilazioni Animali”, di Umberto Visani

Un fenomeno inquietante e diffuso, che potrebbe avere un’origine comune a molti avvistamenti UFO e altri eventi apparentemente inspiegabili

Pagg. 48-53: “Manipolare la mente per controllare il mondo”, di Isaac Ben Jacob

Dai primi esperimenti russi e americani alle moderne armi psicotroniche. Uno dei capitoli più sinistri della nostra storia, in continua evoluzione

Pagg. 56-59: “Il Segreto delle Pietre”, di Giancarlo Pavat

In alcuni luoghi d’Italia, come nei Paesi lontani, si verificano ripetutamente, e da molto tempo eventi straordinari e incontri con esseri che non sembrano appartenere a questo mondo, o a questa dimensione

Pagg. 62-66: “UFO, ora di punta in Turchia”, di Farah Yurdozu

Aumentano i casi di avvistamento e di contatto con presunte entità extraterrestri nel Paese islamico. Ümit Paker, uomo d’affari e testimone UFO, filma da diversi anni oggetti volanti non identificati e si dice in contatto con alcuni di questi visitatori

Pagg. 68-71: “Il Clima Mutante”, di Silvia Agabiti Rosei

Il cambiamento climatico è sotto gli occhi di tutti e nei prossimi decenni l’aumento di temperatura, pur nel quadro di fluttuazioni naturali, potrebbe portare conseguenze terribili per il pianeta. Quali sono il ruolo e le responsabilità umane?

Pagg. 72-76: “Quella Strana Moria”, di Silvia Agabiti Rosei

Massicce morie di animali in più luoghi del mondo, le cui cause sono ancora oscure, stanno creando inquietudine e allarme, come fenomeni portatori di drammatiche implicazioni ecologiche e apocalittiche

Pagg. 77: Rubrica Libri, a cura di Lavinia Pallotta

Pagg. 78-82: X Media Times, a cura di Pino Morelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IN EDICOLA IL NUMERO DI FEBBRAIOultima modifica: 2011-02-09T18:50:47+01:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento