IL NUOVO NUMERO DI X TIMES IN EDICOLA DAL 7 LUGLIO

copertina 33 Xtimes.jpg

Gli scaffali dei misteri introvabili

Pare che, dopo due mesi di – si spera – intensa ricerca, anche l’Aeronautica australiana abbia perso i suoi files riservati sugli UFO. Nell’editoriale del numero scorso avevamo già commentato l’“incredibile” scomparsa dei faldoni top secret sul caso Roswell, in USA, e sul caso Rendlesham/Bentwaters, in Gran Bretagna. Evidentemente questi misteriosi oggetti volanti, che in quanto ufficialmente non identificati dovrebbero costituire materia di studio e seria preoccupazione per la difesa nazionale, sfuggono non solo a qualsiasi tentativo di comprensione, ma anche di archiviazione. Queste candide ammissioni vengono in un periodo successivo a molte discussioni e polemiche sull’avvento del disclosure ufficiale: finalmente i governi aprono gli archivi e, se anche non dovessero divulgare materiale scottante, tramite i files pubblicati comincerebbero comunque ad abituare i media e la gente all’idea degli UFO. E invece no, viene da pensare. Sono sempre i “soliti” governi che nascondono la mano ancora prima di aver gettato il sasso e noi, qualcuno forse commenterà, siamo i soliti cospirazionisti che vogliono vedere complotti là dove non vi è nulla. Perché, in effetti, è proprio del nulla che stiamo parlando, dal momento che negli archivi è rimasto uno spazio vuoto al posto dei documenti. Gli eventi accaduti a Roswell e più recentemente nella foresta di Rendlesham, vicino alla base americana di Bentwaters, costituiscono casi imbarazzanti da negare, in quanto la loro realtà è sostenuta da numerosissimi e credibili testimoni che, negli anni, hanno parlato e anche molto. Ora l’Australia va incontro all’imbarazzo degli altri governi, comunicando che anche loro perdono i files e quindi sono cose che capitano. Non c’è due senza il tre, si suol dire, e chissà che non vi sarà anche un quattro e un cinque, in una parodistica catena di documenti scomparsi, che lasciano soli i testimoni nella loro denuncia di una realtà evidentemente inammissibile. Quasi viene da rivalutare le autorità italiane, che i loro UFO files se li tengono ben stretti e a divulgarli non ci pensano nemmeno, risparmiandosi il disturbo di “perderli”. So che il movimento esopolitico segue con molto interesse questo release e non release di informazioni. Io, che di esopolitica mi sono sempre interessata, sto cominciando a seguirlo facendo appello al mio innato gusto per l’assurdo. Il “lento rilascio di informazioni” sta diventando un racconto fantastico, una commedia tragicomica. Tragica perché tragica è la negazione della verità al popolo che non è mai stato sovrano, comica perché… beh, ve ne sarete resi conto da soli. Fateci un favore, care autorità competenti, tenetevi i vostri documenti top secret, tanto noi non li vedremo mai. Da anni molti di coloro che studiano il fenomeno UFO, con tutto ciò che vi è connesso, si sono resi conto di essere soli. Soli sono i ricercatori che non si vendono, soli sono i testimoni che assistono, e spesso subiscono, una realtà che non ci è permesso conoscere. I vostri faldoni non ci servono, chi vuole sapere ha ormai da tempo imparato a vedere il mondo con occhi diversi dall’ufficialità e continuerà a farlo. Soprattutto, chi vuole cercare la verità continuerà a cercarla, e non tra gli scaffali impolverati dei vostri introvabili misteri.

Lavinia Pallotta           

 

Erratacorrige: Alla pagina 34 di questo numero è stata erroneamente inserita la fotografia di Mina fra le immagini della ricercatrice Barbara Bartholic. Ce ne scusiamo con i lettori

 

Sommario

 Pagg- 6-9: Reports dal mondo, a cura della Redazione

Pagg. 10-15: “La Popolazione di Vetro”, di Enrica Perucchietti

L’impianto di microchip sottocutanei negli esseri umani è, per ora, una realtà limitata, ma il programma sanitario di Obama sembra orientato verso la sua imposizione. Ci aspetta una società Orwelliana, di controllo e sottomissione?

Pagg. 18-22: “La trappola del Signoraggio”, di Silvia Agabiti Rosei

Il potere sovrano di emissione del denaro da parte di enti privati, il debito pubblico e l’attuale crisi economica

Pagg. 24-29: “La città sotterranea”, di Kay Wilson

Nel 2006 un consigliere britannico racconta un presunto incontro con un essere non umano nel bel mezzo della città di Winchester. Questa testimonianza viene corroborata da alcune esperienze fatte dall’autrice, che ricorda creature ibride in strutture costruite nel sottosuolo di Londra…

Pagg. 30-33: “Vieni a me” di Eve Lorgen

Sheila Broughton è stata vittima per anni di quelli che considera attacchi demoniaci e alieni, riportando segni sul corpo, disturbi da stress e soprattutto rischiando di “perdere l’anima”, finché un giorno…

Pagg. 34-35: “Smascherare gli inganni alieni” di Eve Lorgen

Nel Novembre 2010 è scomparsa una delle più coraggiose ricercatrici sul fenomeno abduction. Collega di studi prima di Jacques Valle e poi di Karla Turner, preferì aiutare gli addotti alle luci della ribalta, ma il suo contributo resta inestimabile

Pagg. 36-41: “I Canidi Anubis” di Federico Bellini

Una specie aliena poco conosciuta, il suo pianeta, la sua influenza nella storia della civiltà umana

Pagg. 42-45: “Spionaggio elettronico”, di Andrea della Ventura

Pagg. 50-52: “La via dell’autoguarigione” di Luca Lamberti

Il ThetaHealing e le abduction aliene secondo Vianna Stibal, fondatrice di questa tecnica di risanamento interiore, intervistata per X Times in occasione di un suo seminario in Giappone

Pagg. 54-61: “Il video dell’alieno di Roswell. Anatomia di una truffa”, di Grant Cameron

Sono state divulgate su Youtube parti di un filmato che mostrano presunto velivoli extraterrestri, un UFO crash e i corpi di esseri alieni, di cui uno vivo. L’indagine dell’autore, noto ricercatore e owner del sito Presidential UFO, ha permesso di scoprire la probabile verità

Pagg. 64-67: “Svelato il mistero di Roswell… ma è solo fiction”, di Stanton Friedman

Nel Maggio di quest’anno è stato pubblicato un libro, pubblicizzato e recensito su importanti  quotidiani e siti web in tutto il mondo occidentale, che pretende di svelare i misteri dell’Area 51 e del caso Roswell. Uno dei pionieri della ricerca sull’UFO crash più famoso dell’ufologia analizza questo saggio

Pagg. 68-71: “L’uomo che visse nove volte” di Enrica Perucchietti

Le molte morti di Osama Bin Laden, le molte bugie del potere

Pagg. 74-75: Rubrica libri, a cura di Lavinia Pallotta

 

Pagg. 78-82: X Media Times, a cura di Pino Morelli

IL NUOVO NUMERO DI X TIMES IN EDICOLA DAL 7 LUGLIOultima modifica: 2011-07-04T19:48:00+02:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “IL NUOVO NUMERO DI X TIMES IN EDICOLA DAL 7 LUGLIO

  1. Brava Lavinia, ben detto, che se li tengano pure i loro faldoni, non hanno mai detto una verità in vita loro, sono quasi patetici e credono che noi tutti siamo dei gonzi, o peggio ancora dei complottisti; vero è che la gran parte della gente è anestetizzata dalla televisione con programmi sempre più scadenti, insomma spazzatura per il popolo belante.

    La gran parte della popolazione nasce vive e muore senza farsi troppe domande, nemmeno difronte alla realtà che si svolge sopra le loro teste; tutto questo è preoccupante, vuol dire che chi tira i fili dell’umanità ha gioco facile nel portare avanti il losco progetto della globalizzazione e del nuovo ordine mondiale.

    Cordialmente, wlady

  2. Grazie Wlady, mi fa piacere tu condivida il mio strazio verso certe notizie di cui, davvero, non se ne può più. Ci prendono in giro e se la ridono.Il progetto nel NWo va avanti, ma non sempre i piani vanno come dovrebbero, staremo a vedere e continueremo a tenere gli occhi aperti!
    Un saluto

Lascia un commento