X TIMES IN EDICOLA DAL 5 SETTEMBRE

35 Xtimes .jpg

EDITORIALE

 

Il nuovo ordine che ci attende

 

In tutti questi mesi in cui i media mainstream hanno osannato il coraggio di Julian Assange e Wikileaks, mai lo spartiacque tra informazione di sistema e informazione “libera” è stato tanto palese. Forse dovrei dire, mai lo spartiacque tra l’informazione di sistema e il cittadino qualsiasi è stato tanto evidente. Infatti, le notizie divulgate dal leader di Wikileaks e i suoi collaboratori che, a detta di molti cronisti, sconvolgeranno il mondo e cambieranno il modo di fare informazione, hanno stupito solo i cronisti. Il mondo aspetta ancora di essere sconvolto. La notizia piuttosto recente secondo cui si sono trovate ufficialmente le prove che ad abbattere le Torri Gemelle sia stato anche dell’esplosivo potrebbe, a mio avviso, fare la differenza. Ma è passata inosservata, veicolata e commentata solo su internet e non dai media ufficiali. Personalmente l’ho trovata una notizia straordinara e sconfortante al tempo stesso. Straordinaria perché è la madre delle prove che gli “sporchi cospirazionisti”, che hanno dubitato della versione ufficiale sui fatti dell’11 Settembre, avevano ragione, sconfortante perché, oggi come oggi, il sistema è riuscito a imbrigliare l’informazione al punto tale che nemmeno una verità ufficiale può portare a una revisione di eventi che hanno condannato a morte migliaia di persone in guerre che con l’11 Settembre non c’entravano nulla. La verità non serve a niente, se non a una presa di coscienza individuale. Dunque, per una volta, abbiamo scelto di dedicare la copertina a un tema non ufologico, ma comunque di stretta attualità. Il principio è lo stesso, sia che si parli di alieni, sia che si parli di altro: per chi ha compreso che l’informazione va cercata nel gioco di luci e ombre del sistema, il cover up è uno solo e obbedisce alle stesse regole di nascondere e inquinare. Con X Times non ci siamo mai proposti di veicolare verità assolute, ma di instillare il dubbio, stimolare il senso critico. Cerchiamo, grazie al lavoro dei nostri Collaboratori, di individuare la luce che si nasconde fra le ombre, senza padroni e senza protettori. Il premio, di incalcolabile valore, è di potersi alzare ogni mattina con la consapevolezza di agire secondo coscienza.

Su questo numero, oltre ai molti articoli inediti di autori italiani e stranieri, riproponiamo il lavoro di Andrea della Ventura “Spionaggio elettronico”, pubblicato a Luglio con un difetto di impaginazione, scusandoci con i Lettori e con il nostro bravo collaboratore.

Il mese di Settembre rappresenta, in un certo senso, un nuovo anno. Si ricomincia il lavoro dopo un doveroso bilancio di quello passato. L’impressione è che ci attenda un periodo molto duro, gli eventi globali sembrano indicare l’intensificarsi di una situazione di instabilità su più fronti: economico, sociale, ambientale. Dal caos può derivare un nuovo ordine e chi scrive si augura che non sia, nel lungo periodo, un Nuovo Ordine Mondiale. Per evitarlo vi è un unico modo, collaborare fra coloro che sono animati dallo stesso obiettivo, e non arrendersi. Il tempo solo potrà dirci se avremo saputo farlo al meglio.

Lavinia Pallotta

 

Sommario

 

Pagg. 6-9: Reports dal mondo, a cura della Redazione

 

Pagg. 10-14: “SIOANI, gli archivi perduti dell’esercito brasiliano”, di Pablo Villarubia Mauso

 

Pagg. 16-22: “Solar Warden, la flotta spaziale terrestre”, di Pablo Ayo

Diversi informatori parlano insistentemente dell’esistenza di una flotta spaziale terrestre top secret, dotata di avanzatissimi velivoli ad antigravità. La flotta seguirebbe le direttive di un governo mondiale segreto che, grazie alla collaborazione con alcune razze aliene, avrebbe costruito basi permanenti sulla Luna e su Marte. E la NASA ha annunciato la fine del programma Space Shuttle, licenziando gran parte dei suoi tecnici

 

Pagg. 24-27: “Spionaggio Elettronico” di Andrea della Ventura

 

Pagg. 30-35: “GLI UFO e i diritti civili” di Paul Robinson

Nonostante le promesse di trasparenza del governo americano, poco o niente di importante trapela sugli UFO. La manipolazione dei media, i trucchi del sistema per impedire ai cittadini di accedere alle informazioni a cui avrebbero legalmente diritto

 

Pagg. 36-40: “La Wunderwaffe”, di Umberto Visani

Secondo alcuni ricercatori i Nazisti erano in possesso di velivoli super segreti e molto avanzati, scambiati per UFO. Solo fantasie?

 

Pagg. 42-48: “Conoscere gli Dei” di Scott Corrales

La storia dell’uomo sembra essere stata influenzata da entità non umane, la cui origine potrebbe essere non solo extraterrestre ma multidimensionale

 

Pagg. 50-54: “La Scienza Tradita”, di Lavinia Pallotta

Intervista a Marco Pizzuti

 

Pagg. 56-58: “Esperimento di multidimensionalismo” di Massimiliano Benvenuti

 

Pagg. 60-66: “L’infanzia perduta di Julian Assange”, di Enrica Perucchietti

Secondo alcuni è l’uomo che sta rivoluzionando l’informazione, secondo altri sono troppe le cose che non tornano nel suo passato e nel suo comportamento…

 

Pagg. 68-73: “Padre, La Conoscenza è di Tutti”, di Silvia Agabiti Rosei

Intervista all’autore dell’opera musicale e documentaristica “Padre. La conoscenza è di tutti”

 

Pagg. 74-75: Rubrica Libri, a cura di Lavinia Pallotta

 

Pagg. 78-82: X Media Times, a cura di Pino Morelli

 

X TIMES IN EDICOLA DAL 5 SETTEMBREultima modifica: 2011-09-01T13:59:00+02:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento