X TIMES DI MARZO E’ IN EDICOLA

01 - copertina X-Times41.JPG

 Cover-up all’italiana

 

Sul numero di dicembre avevamo commentato la risposta ufficiale della Casa Bianca ai firmatari della Disclosure Petition, in cui si chiedeva al governo USA di riconoscere la presenza extraterrestre sulla Terra e di divulgare le informazioni in suo possesso, e avevamo anticipato che Steve Bassett, il promotore dell’iniziativa, non si sarebbe arreso e avrebbe presentato un’altra petizione quanto prima. Detto fatto, il momento è arrivato: il 23 febbraio (poco prima che questo numero vada in stampa) verrà sottoposta alla Casa Bianca la Disclosure Petition II – the Rockefeller Initiative, che deve raccogliere 25,000 firme in 30 giorni. Se così sarà, il governo degli Stati Uniti dovrà prendersi ancora una volta il disturbo di pronunciarsi in materia di vita extraterrestre. Entro il 22 Marzo dunque sapremo l’esito della petizione e ne daremo notizia su queste pagine. Pur non nutrendo alcuna fiducia in una qualsiasi possibile risposta ufficiale in materia ET, devo ammettere di essere colpita dalla perseveranza di Bassett e degli altri attivisti. Se anche non otterranno la verità sul contatto alieno dal loro governo – diamolo per certo – l’avranno almeno pretesa. Tempo fa, in un’intervista sul Radio UFOCast, mi ero dichiarata perplessa riguardo a iniziative come questa, che se da un lato hanno il merito di smuovere l’opinione pubblica, di coloro che almeno ne hanno una, dall’altro prestano il fianco a possibili manipolazioni delle autorità o di chi gestisce la questione ET. Se mai i governi diranno qualcosa sugli extraterrestri, sarà sempre qualcosa che farà loro comodo al momento, e non certo tutta la verità e nient’altro che la verità, come richiede la petizione. Tuttavia, mi domando, un popolo che per scoraggiamento rinuncia anche al diritto di chiedere la verità, cosa potrà ottenere? In un’Italia che non ha mai preso troppo sul serio i propri governanti, oggi minacciata da una crisi che sta pagando e continueranno a pagare i redditi meno alti, stanchi e sfiduciati, un’iniziativa come quella di Bassett non è fattibile. Il pensiero di chiedere al governo, che sia quello di Berlusconi o quello di Monti, la verità sulla presenza extraterrestre mi fa sorridere. Sono gli USA a dettare le regole del disclosure in questa e altre materie anche nel nostro Paese. In Italia la cosa è accettata e risaputa, pur non essendo dichiarata. Per questo, anche se mi trovo spesso a riportare e commentare dichiarazioni ufficiali di rappresentanti politici o militari in materia di UFO, questi non sono mai o quasi mai italiani. Da noi, non si ammette e non si nega. Non esiste cover-up migliore dell’indifferenza, complice anche una comunità ufologica che si spara addosso da molto tempo. In compenso, l’interesse verso questa tematica non è affatto scemato, anzi. Il web fa da collante e da istantaneo tramite di informazioni, pur fungendo anche da cassa di risonanza per fake di vario genere. Quello che mi auguro, da persona che ha dedicato la vita all’editoria, è che il web, nella sua preziosa azione di informazione generale e spesso sui generis, non vada ad attenuare, al contempo, la voglia di approfondire, e che la stampa di settore, rappresentata da libri e riviste, non venga accantonata come una perdita di tempo. La pubblicazione sempre più difficoltosa di libri ufologici in Italia è, a mio avviso, il sintomo di una tendenza di cui la crisi economica non è la causa. Il cover-up si nutre anche di questo: della ghettizzazione di certe tematiche nel web. Non permettiamoglielo.

 

Lavinia Pallotta

 

Sommario:

 

Pagg. 6-8: “Reports dal mondo”, a cura della Redazione

 

Pagg. 10-12: “Cose che non si sanno: Striscia il Web-Debunking”, di Maurizio Baiata

 

Pagg. 14-21: “Obama: Mission to Mars”, di Enrica Perucchietti

 

Secondo alcune voci, smentite dalla Casa Bianca, durante l’infanzia il Presidente USA sarebbe stato coinvolto nel Project Pegasus, sviluppato dalla DARPA per teletrasportare esseri umani sul pianeta rosso. Per quanto assurda possa sembrare, questa storia presenta risvolti inaspettati…

 

Pagg. 22-26: “Un UFO Crash dai dettagli bizzarri”, di Lavinia Pallotta

 

In documento riservato, la corrispondenza epistolare fra un importante membro dell’Esercito USA e uno scienziato sul avvistamenti UFO e un presunto schianto in Messico

 

Pagg. 28-32, “Perché sono qui”, di Paola Harris e Clifford Stone

 

Continua la pubblicazione in esclusiva del nuovo libro di Clifford Stone. In questa intervista, rilasciata a Paola Harris il 2 ottobre 2011, Stone parla delle sue esperienze in Europa, del suo incontro con delle entità ET in Vietnam, di avvistamenti molto particolari in Unione Sovietica…

 

Pagg. 34-38: “Le Entità Demiurgiche”, di Federico Bellini

 

La creazione della materia e della vita secondo il sapere antico

 

Pagg. 40-45: “L’occhio che tutto vede”, di Gianluca Gualterio

 

Studi scientifici recenti sembrano confermare ciò che la Tradizione sostiene da secoli sulla funzione della ghiandola pineale, che permetterebbe di spiegare esperienze “paranormali” come contatti con esseri di altre dimensioni, OOBE, e molto altro

 

Pagg. 46-49: “Doni da altri mondi”, di Umberto Visani

 

La casistica di incontri ravvicinati con entità misteriose presenta un livello di stranezze e assurdità che fa dubitare della sua origine unicamente extraterrestre

 

Pagg. 51-51: Libri, a cura della Redazione

 

 

 

Pagg. 52-55: “L’Anno degli Umanoidi”, di Scott Corrales

 

Gli anni ’70 vengono considerati un periodo particolarmente intenso di incontri con creature non umane a Porto Rico. Alcuni dei casi più eclatanti, investigati dai più importanti ricercatori del posto

 

Pagg. 58-61: “Il monte degli Anunnaki”, di Luca Bitondi

 

Secondo alcuni studiosi “eretici”, tra cui Sitchin, il monte biblico Sinai fungeva da porto spaziale per i colonizzatori alieni sul nostro pianeta, ma la sua ubicazione sarebbe leggermente diversa da quella accettata tradizionalmente

 

Pagg. 62.67: “Il Papa Nero”, di Mauro Picotti (intervista di Rick Martin) – prima parte

 

Il potere occulto dell’Ordine dei Gesuiti, il loro piano per dominare il mondo e far eleggere un papa scelto da loro in un’intervista a Eric Jon Phelps, autore di “Vatican Assassins”

 

Pag. 68-71: “Nella Morsa dell’Euro”, di Silvia Agabiti Rosei

 

Il progressivo impoverimento dell’Italia e della Grecia, soggiogate ai poteri centrali dell’Unione Europea: forse il preludio alla crisi della moneta unica

 

Pagg. 72-74: “Presenze”, le analisi del Ghost Hunters Team

 

Pagg. 76-79: “X media Times”, di Pino Morelli

 

Pag. 82: XEthics, di Omero Pesenti, Gianpaolo Saccomano, Martina Tauro

 

 

 

 

 

 

 

X TIMES DI MARZO E’ IN EDICOLAultima modifica: 2012-03-10T19:43:07+01:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento