IN EDICOLA X TIMES DI APRILE

01 - copertina X-Times1.JPG

 

La coda del diavolo

 

C’è un detto, “è nei dettagli che il diavolo nasconde la sua coda” e lo studio dell’ufologia potrebbe fornire migliaia di casi a conferma di questo. Prendiamone uno, recente. Una notizia passata inosservata nel nostro Paese, perché apparentemente di minor conto. Niente rilascio di informazioni da parte di qualche governo, nessun testimone da intervistare, casomai il contrario: la distruzione della foto di un oggetto volante sconosciuto da parte del governo britannico, per mano sconosciuta. La miglior prova UFO che Nick Pope avesse mai visto, secondo le sue stesse dichiarazioni durante un’intervista alla BBC Radio Scotland nel programma Tales of the Unexplained. Trovate la notizia integrale, pubblicata sul Daily Record, nella rubrica Reports dal Mondo di questo numero. Secondo Pope, che ho conosciuto personalmente e non mi è proprio sembrato un tipo che si inventa le cose – casomai è un tipo sin troppo attento a non lasciarsele scappare –, nel periodo in cui lavorava per il Ministero della Difesa al progetto riguardante gli UFO, sulla parete del suo ufficio aveva appeso diverse immagini dei casi da investigare, e quella era la migliore di tutte. La migliore che lui avesse mai visto! Un velivolo metallico di circa 25 metri di diametro con dei caccia militari sullo sfondo, che forse lo inseguivano, forse lo scortavano. Una manna dal cielo, nel vero senso del termine, per qualsiasi ufologo. Le analisi della foto da parte degli specialisti della Defense Intelligence avevano confermato l’autenticità dell’immagine che, a quel punto, era stata tolta dalla parete dal capo divisione di Pope e chiusa in un cassetto perché “non era il caso di mostrare certe cose”. In seguito la foto era scomparsa anche dal cassetto e alle domande di Pope su che fine avesse fatto era stato risposto che “non ve n’era traccia”. È finita nel grande Nulla che spesso inghiotte le prove UFO più importanti, in modo che durante il rilascio di documenti riservati si possa divulgare quel che resta. Dal momento che la domanda preferita dei debunker del fenomeno UFO sembra essere “dove sono le prove?”a questo punto, si potrebbe rispondere: nel tritadocumenti del Ministero della Difesa, come ha ipotizzato Nick Pope. Sempre secondo Pope, qualcuno probabilmente aveva pensato che si trattasse di un prototipo segreto e quindi lo aveva fatto sparire. Ma a che pro il Ministero della Difesa inglese finanzierebbe un progetto di studio sugli UFO, se poi non informa il suo stesso responsabile dei prototipi terrestri da Non scambiare per UFO? Siamo alle comiche, o siamo al solito cover-up. Spesso le due cose coincidono.

Anche questo mese su X Times siamo felici di proporvi diversi articoli di ufologia e “controinformazione” e, solo per i nostri lettori, una vera chicca, per la quale ringrazio Giuseppe Di Bernardo, l’apprezzatissimo creatore del fumetto “The Secret”, e la Redazione della Star Comics, che hanno voluto riportare fra noi Adam Mack con un’altra avventura. Stiamo per andare in stampa e io vi do l’arrivederci al prossimo editoriale, dove magari potremo commentare un’altra notizia in cui il diavolo abbia nascosto la coda.

 

Sommario

 

Pagg. 6-9: “Reports dal Mondo”, a cura della Redazione

 

Pagg. 10-12: “Cose che non si sanno – UFO, cosa non fare se li avvistate”, di Maurizio Baiata

 

Pagg. 14-18: “Gli UFO nella tela di Penelope”, di Lavinia Pallotta

 

In alcuni Paesi latino americani lo studio degli oggetti volanti non identificati coinvolge esperti civili e militari, tuttavia la natura del fenomeno resta ufficialmente ignota. L’Uruguay sembra particolarmente attivo in questo tipo di ricerca, ne parla il presidente del CRIDOVNI, colonnello dell’Aeronautica

 

Pagg. 20-24: “Le Anomalie di Vostok”, di Adriano Forgione

 

UFO e Atlantide, prove insabbiate?

 

Pagg. 26-29: “Inganno Globale”, di Simone Leoni

 

Intervista a Massimo Mazzucco

 

Pagg. 32-35: “In memoria di Stefano Breccia”, di Fabio Siciliano

 

Pagg. 38-43: “Nello strano cielo di Stephenville”, di Paola Harris

 

Intervista a Steve Allen, uno dei principali testimoni dello storico avvistamento UFO verificatosi l’8 gennaio, in Texas, davanti a decine di persone

 

Pagg. 44-47: “Alieni in Vietnam” di Paola Harris e Clifford Stone

 

Continua l’intervista rilasciata da Clifford Stone a Paola Harris il 2 ottobre 2011, in esclusiva per X Times

 

Pagg. 48-53: “Gli intoccabili del Vaticano”, di Mauro Picotti

 

La seconda parte dell’intervista di Rick Martin a Eric Jon Phelps, autore di “Vatican Assassins”

 

Pagg. 54-57: “Il crash di Laredo”, di Umberto Visani

 

Gli schianti di velivoli alieni in territorio americano, secondo voci e testimonianze, sarebbero stati diversi, soprattutto tra il 1945 e il 1950. Tra i meno conosciuti ce n’è uno forse verificatosi in Messico…

 

Pagg. 58-63: “Presenze invisibili negli abissi”, di Scotto Corrales

 

Oggetti misteriosi che dal cielo si immergono nelle profondità degli oceani, creature sconosciute avvistate da marinai e viaggiatori nelle diverse epoche, presunte basi extraterrestri nei nostri mari…

 

Pagg. 64-68: “Adam Mack… is back!”, di Giuseppe Di Bernardo

 

Solo per il lettori di X Times una nuova avventura dell’eroe di “The Secret”

 

Pagg. 70-72: “Presenze”, rubrica a cura del Ghost Hunters Team

 

Pagg. 74-77: “JFK, un presidente contro le banche”, di Andrea della Ventura

 

L’omicidio di alcuni presidenti americani, tra i quali John F. Kennedy, può ricondusi, in parte, a una loro coraggiosa opposizione al Signoraggio?

 

Pagg. 78-82: “X media Times”, rubrica a cura di Pino Morelli

 

 

 

 

IN EDICOLA X TIMES DI APRILEultima modifica: 2012-04-06T12:09:00+02:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento