X TIMES IN EDICOLA DAL 7 LUGLIO

 copertina 45 Xtime.jpg

Soprattutto in caso di alieni

L’avvertimento di Nick Pope, secondo cui durante i Giochi Olimpici di Londra potrebbe manifestarsi attività UFO e che delle civiltà extraterrestri potrebbero scegliere eventi di massa come questo per mostrarsi, in Inghilterra ha suscitato – ovviamente – accesi dibattiti e accuse di false flag operation. Non è insolito che fatti di grande risalto internazionale siano interessati da avvistamenti UFO. Tuttavia Pope non ha parlato di semplici avvistamenti, ma di un palesamento della presenza aliena. Naturalmente, la sua è solo un’ipotesi. Scrivo questo editoriale prima che le Olimpiadi abbiano inizio, dubitando fortemente che verranno movimentate da sbarchi alieni, ma nell’affermazione di Pope vi sono altre informazioni meritevoli di commento. Secondo il ricercatore inglese, in caso di attacco ET l’apparato militare britannico sarebbe pronto, piani di intervento sarebbero già stati fatti, sin da quando lui lavorava per il Ministero della Difesa. Ma il MoD britannico non aveva dichiarato che non ci sono prove che gli UFO costituiscano una minaccia alla sicurezza nazionale e che, pertanto, il loro studio sia inutile? Sì, lo aveva detto, ma non ci aveva creduto nessuno, nemmeno loro a quanto pare. Considerando che l’intelligence sia tenuta a configurare in anticipo scenari di difesa da potenze straniere, l’idea di militari britannici che pianificano la risposta al fuoco alieno, mentre il Governo nega l’importanza degli UFO, mi sembra esemplificativa dell’atteggiamento delle autorità in generale: mentire al pubblico, sempre e soprattutto in caso di alieni. Il fatto poi che, secondo alcuni accademici, civiltà extraterrestri non possano venire fin qui a causa delle distanze non sembra costituire un problema, in quanto forse, anche in questo caso, non ci crede nessuno, o sicuramente non ci crede chi nell’intelligence si è preoccupato di pianificare la difesa contro eventuali attacchi alieni. Noi gente “comune” viviamo davvero nel mondo di Matrix e la pillola blu ce l’hanno iniettata a forza quando siamo nati. Diventare consapevoli è un percorso che dura una vita, anche se in questi ultimi anni sta accelerando, grazie a una maggiore diffusione delle informazioni.
E a proposito di informazione, siamo ormai in estate e un anno di lavoro volge al termine. Ricordo che saremo in edicola anche nel mese di agosto, come di consueto, con un monografico sugli OOPARTs, mentre la pubblicazione del libro di Clifford Stone terminerà a settembre con l’ultimo contributo. Desidero ringraziare i nostri Lettori, che hanno continuato a seguirci e naturalmente i Collaboratori, troppi perché possa menzionarli tutti. Un ringraziamento anche alla Redazione di 7(H)Art, per il suo prezioso contributo artistico, che ci ha accompagnato in questi mesi e che spero continuerà a farlo. X Ethics di questo mese è dedicato all’Europa, mentre X Maniacs al blakout globale. Trovo che siano geniali, la prima artisticamente bellissima, la seconda deliziosamente dissacrante, ma entrambe immancabilmente ironiche. L’ironia è un privilegio a cui non si dovrebbe mai rinunciare.

Lavinia Pallotta

Sommario

06-09 Reports dal Mondo, a cura della Redazione

10-12 “Nella Stanza degli UFO”, di Lavinia Pallotta

In un documento rilasciato dal FOIA, l’ammissione dell’esistenza della Blue Room, dove verrebbero conservati materiali extraterrestri alla base statunitense di Wright Patterson

14-17 “Cose che non si sanno: Lezioni dal passato”, di Maurizio Baiata

18-19 Libri, a cura di Lavinia Pallotta

20-24 “Le lance nel cielo della Georgia”, di Paul Stonehill

Antichi manoscritti descrivono insoliti e inspiegabili fenomeni aerei nel cielo dell’ex Paese dell’Unione Sovietica, a tutt’oggi interessata da avvistamenti UFO

26-30 “Il fattore OZ”, di Umberto Visani

Intervista a Enrica Perucchietti

32-37 “Contatti con gli invisibili”, di Riccardo Tristano Tuis

Il possibile interesse dei Gesuiti per il Pianeta X, la ricerca di vita extraterrestre e le pratiche di contatto con esseri di altre dimensioni

40-44 “Il futuro rubato”, di Paolo Gentili – seconda parte

l cover-up sulla fusione fredda, la storia di una grande occasione perduta

46-50 “Quella terribile notte a La Aurora”, di Pablo Villarubia Mauso

Alla fine degli anni ’70, in una fattoria argentina, a un avvistamento UFO seguirono eventi insoliti e drammatici. Nacque così il Caso Tonna, oggetto di nuove indagini in loco

52-54 “Giorni di Buio – intervista a Paolo Franceschetti”, di Simone Leoni

Un lungo blackout globale come ultimo atto per il controllo del mondo. Il futuro che ci
aspetta o abile disinformazione?

56-59 “Il motore al plasma dell’alieno Yahweh”, di Luca Bitondi

Ricerche “eretiche” forniscono una chiave di lettura molto diversa da quella tradizionale sulla vera funzione
dell’Arca dell’Alleanza

60-64 “Terremoto – intervista a Giampaolo Giuliani”, di Silvia Agabiti Rosei

A poche settimane dal forte sisma che ha colpito l’Emilia, intervistiamo il sismologo Giampaolo Giuliani, che da anni porta avanti le ricerche sulla prevedibilità dei terremoti

66-70 “I sogni di un Replicante”, di Pino Morelli

A trent’anni dalla sua realizzazione, il capolavoro di Ridley Scott, “Blade Runnerrisulta quanto mai attuale nel suo messaggio filosofico ed esistenziale

72-74 “Presenze”, le analisi del Ghost Hunters Team

76-79 X Media Times, a cura di Pino Morelli

82 X Ethics, a cura di Omero Pesenti, Gianpaolo Saccomano, Martina Tauro

 

 

X TIMES IN EDICOLA DAL 7 LUGLIOultima modifica: 2012-07-06T09:20:52+02:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento