OUT OF THE BLUE – Dvd allegato a X Times in edicola

Cari amici, allegato a X Times di questo mese, che trovate da oggi in edicola, presentiamo il più famoso, premiato e completo documentario sugli UFO e il cover up, diretto da James Fox, OUT OF THE BLUE. Lo allegammo ad Area 51 anni fa, e ora che siamo nelle condizioni di farlo, lo ripresentiamo per tutti i nuovi lettori che la nostra attuale rivista si è guadagnata. Di seguito riporto un po’ di info sul contenuto del documentario, da non perdere…

 

76083_10151292644886304_1297395017_n.jpg

 

È una vecchia domanda: siamo soli nell’universo? Come viene fatto giustamente notare nel documentario Out of the Blue, noti e brilanti scienziati ritengono che migliaia di pianeti presentino le condizioni adatte per lo sviluppo di vita intelligente. D’altro canto, c’è anche un’altra domanda che separa gli scienziati dai credenti, i testimoni dagli scettici – se gli alieni sono là fuori, vengono a farci visita? James Fox, il produttore di Out of the Blue è convinto che sia così. “Sono qui ora e e lo erano in passato”. Fox è anche convinto che siano dotati di incredibili capacità tecniche, e che possono «surclassare i nostri aerei più veloci. Questo è ciò che mi è stato riferito. Possono addirittura scomparire sul posto».

I testimoni di Out of the Blue non sono persone allucinate che sostengono di aver visto qualcosa di simile a un velivolo alieno. Si tratta invece di personaggi attendibili, come l’ex Presidente Jimmy Carter, che ha dichiarato: «Ne ho visto uno, ma non so dove. Scomparve semplicemente».

E l’astronauta della Mercury, Gordon Cooper, che ha raccontato di aver visto «oggetti metallici di forma discoidale  e cilindrica». «Alzai gli occhi e tutto un tratto era lì, un disco volante» ha riportato Sean Thackery di Marin, California, uno dei testimoni oculari del documentario.

«Questo fenomeno esiste e non è mai stato spiegato adeguatamente» ha detto James Fox e «la gente vuole sapere».

L’argomento UFO è tra quelli che non ottiene mai una risposta soddisfacente, ciononostante continua a sussistere. 60 anni dopo il presunto schianto di un UFO a Roswell, New Mexico e con il rilascio degli archivi sugli UFO da parte del governo francese, nuovi tentativi di provare l’esistenza dei dischi volanti sono stati portati avanti. Il documentario si apre con un evento innegabile verificatosi in Arizona nel Marzo del 1997: le “Luci di Phoenix”. Migliaia di  persone, molte delle quali stavano osservando la cometa Hale-Bopp, raccontarono di aver visto una serie di luci e un enorme velivolo a forma di delta. La prima segnalazione pervenne alle 20:20 circa, da parte di un ex ufficiale di polizia di Paulden, Arizona. Nei 40 minuti seguenti altre persone segnalarono un oggetto volante a 20 miglia lungo una strada a sud di Phoenix e Tempe. «Veniva dal cielo» dichiarò il testimone Tim Ley di Phoenix, «Si muoveva oscurando le stelle e aveva una sagoma»

«Passò proprio di fronte a noi. Era ben visibile» ha raccontato Mike Fortson. «Considerando la punta del velivolo che ci passò davanti, fino all’estremità dell’ala sinistra, poteva avere una  lunghezza di un chilometro e mezzo.»

Queste segnalazioni suscitarono un tale trambusto che la ABC News montò un caso, nel 1997. Il governatore dell’Arizona dell’epoca, Fife Symington, organizzò una conferenza stampa, portando un “finto alieno” in sala per prendersi gioco della cosa. 

So quello che ho visto

Quello che Symington allora non disse, fu che anche lui aveva visto l’oggetto sopra Phoenix. Ma in Out of the Blue rivela: «Provammo tutti l’emozione dell’avvistamento di un velivolo di origine sconosciuta. Nessuno è mai stato in grado di spiegarlo… La maggior parte di noi è convinta che fosse  di origine aliena. Era enorme. Inspiegabile.»

Symington è un pilota veterano dell’Aeronautica. Quando gli è stato chiesto se avesse timore di parlare, rispose, «So quello che ho visto e quello in cui credo e non ho timore di rivelarlo in pubblico… Francamente non mi preoccupo minimamente di quello che pensano gli altri a riguardo».

Tra le molte segnalazioni, Fox si è incentrato su un avvistamento UFO del 1980, presso una base aeronautica americana in Inghilterra – il cosiddetto caso Bentwaters. Tre ex ufficiali della sicurezza dell’Aeronautica hanno raccontato a Fox di aver toccato un piccolo e insolito velivolo atterrato nei pressi dalla base.

«Non ci sono dubbi, davanti a noi c’era una strana luce rossa lampeggiante», ha detto il Lt Col. Halt nel documentario. «Più ci avvicinavamo, più la luce bianca si dissolveva, finché comparve un velivolo triangolare. Da vicino calcolammo che era lungo circa due metri e 70 e alto un metro e 80»

Il Sgt. Jim Pennison ha fatto un disegno di quelle che sembravano essere figure simboliche sulla superficie del velivolo.

«Non è così che funziona la scienza»

Quando si tratta di UFO,  gli scettici non mancano mai. Uno di loro lo è per professione.

Secondo Michael Shermer, direttore di Skeptic Magazine, «La sfilza di astronauti, ufficiali di polizia o politici come Jimmy Carter è irrilevante. Sono umani e i loro cervelli, il loro sistema nervoso e il loro sistema sensoriale sono uguali a tutti gli altri.»

Shermer dedica molto tempo interessandosi a UFO e alieni e dice la sua in merito al documentario: «I fatti sono veri. La storia è ben raccontata e ben confezionata. Ma non è così che funziona la scienza. Nella scienza dobbiamo avere qualcosa da testare per ottenere una risposta. Inoltre  dobbiamo avere il modo di valutare le prove e subito dopo l’esperimento deve seguire un dibattito.»

Gli avvistamenti UFO, anche i più interessanti, presentano, tendenzialmente, caratteristiche simili. Non ci sono fotografie o se ci sono, sono sfocate. Oppure scompaiono negli archivi governativi per non essere mai più ritrovate.

(di Brian Rooney)

 

 

OUT OF THE BLUE – Dvd allegato a X Times in edicolaultima modifica: 2013-03-12T18:11:00+01:00da xtimes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento